mercoledì 14 novembre 2007,12:00
Trovare il mutuo conveniente e consigli per evitare fregature



Quando si deve acquistare una casa, una delle prime cose di cui preoccuparsi (a meno che non si abbiano tanti soldi da parte...) è il MUTUO (www.mutui.it)
Oggi prendere un mutuo è più facile di prima, ma anche qui, come per le tariffe telefoniche, la concorrenza è diventata tale da non capirci più nulla ed orientarsi è un vero problema. Non ci sono più solamente i mutui a tasso fisso e variabile, ma un'infinità di nuove proposte ideate per venire incontro alle esigenze di tutti (banche comprese!).

Si va dal mutuo per lavoratori atipici al mutuo a rata crescente, dal mutuo a rata fissa a quello di durata 40 anni e così via. Anche i requisiti richiesti variano notevolmente da banca a banca (età, impiego, reddito lordo, ecc) ed inoltre si stanno lentamente affermando le banche on-line (Conto Arancio e Banca Woolwich su tutte).

Fortunatamente, per aiutarci a fare la scelta più conveniente, sono nati alcuni siti che permettono di fare una comparazione tra le decine di offerte proposte e possono dare utili informazioni e consigli sulla scelta del notaio, sulla parte fiscale, ecc.

Quelli più importanti sono:

http://www.mutuionline.it/

http://www.migliormutuo.it/


Alcuni consigli da seguire scrupolosamente:

# Ricordatevi che non dovete per forza rivolgervi all'istituto presso il quale tenete un conto corrente, ma utilizzare la concorrenza a vostro favore per risparmiare.

# Confrontate sempre il TAEG finale, senza lasciarvi abbindolare dalle prime 12 rate più economiche. Un anno dura poco e vi troverete a pagare alla fine alcune migliaia di euro in più.

# Cercate di bilanciare la durata del mutuo con l'importo della rata: meno sarà lungo e meno pagherete di interessi, ma la rata ovviamente sarà maggiore. Dovrete ragionare in un'ottica di lungo periodo, valutando,
se scegliete il tasso variabile, i tassi attuali (saliranno o scenderanno?), la vostra retribuzione (salirà o rimarrà costante?), le spese future (figli, ecc.) ed altri fattori che possono incidere sul reddito, per non ritrovarvi la casa pignorata a causa di insolvenza.

# Quando avrete individuato la migliore offerta,
leggete sempre le condizioni in calce prima di firmare e contrattate tutto il possibile: spesso le banche prendono una commissione per l'addebito di ogni rata (anche 5-10 euro) e su un mutuo trentennale significano 1.800 euro in più da pagare. Pensate che siete VOI ad avere il coltello dalla parte del manico: minacciate di rivolgervi ad un altro istituto se non vi verranno tolte queste spese ingiustificate.

Etichette: , ,

 
postato da Riccardo C.
Permalink ¤ 0 commenti